Dafnea

Da WikiVivarium.

La dafnea (daphnea) è un fiore d’acqua appartenente alla famiglia delle ninfeacee (Nymphaeaceae ). Molto simile alla ninfea, da cui il nome della famiglia deriva, si differenzia dal genere per il suo periodo di fioritura atipico, che va da novembre a febbraio.

Etimologia[modifica]

Questa pianta deriva il suo nome da Dafne, la ninfa protagonista del mito di Eresto.

Distribuzione e habitat[modifica]

Prediligendo contemporaneamente l’umidità e le basse temperature, non si adatta bene né ai climi tropicali, né a quelli rigidi, mentre trova in Europa, ma anche in alcune regioni del continente asiatico, i luoghi adatti per la sua coltivazione o fioritura. La città di Daan, in Olanda, rappresenta il punto in cui si concentra il maggior numero di esemplari della specie.

Descrizione[modifica]

11 Nymphaea Black Princess.jpg

La dafnea è una pianta di altezza variabile dai 20 ai 200 centimetri, le cui gemme si trovano sommerse con un apparato radicale che si diffonde fino al fondale del bacino idrico. La parte sommersa è piuttosto carnosa e tuberosa, con parti legnose molto ridotte o praticamente nulle. Le foglie sono in genere grandi, di forma per lo più rotondeggiante e di consistenza coriacea. Nascono sott’acqua e risalgono la superficie con le due lamine arrotolate su se stesse. Giunte in superficie, i due lembi si aprono per distendersi sull’acqua. Il fiore è molto grande e galleggiante, dura per molto tempo e ha la particolarità di aprirsi solo di giorno. È composto da un numero imprecisato di petali, disposti a spirale e che diminuiscono progressivamente di grandezza allo spostarsi verso il centro del fiore. Caratteristico di questo fiore è il colore rosso carminio dei suoi petali, che tendono a farsi più scuri, fino a diventare quasi neri, procedendo dall’esterno verso l’interno, dove si trovano gli stami, gialli e numerosi. Caratteristico è anche il profumo molto forte che emana e capace di indurre sonnolenza se respirato per un tempo prolungato.

Usi[modifica]

È per lo più utilizzata come pianta ornamentale, per decorare stagni, vasche e laghetti. Viene spesso coltivata anche in grossi mastelli o recipienti colmi d'acqua sui terrazzi. Inoltre, l’odore che emana le conferisce delle proprietà grazie alle quali può essere utilizzata per preparare delle ottime tisane rilassanti.

Note[modifica]

A causa del colore bruno dei suoi petali e del suo profumo capace di stordire, la dafnea è anche detta fiore maledetto.